La trottola partoriente

Postato il Aggiornato il

Gira fin dove porta il cuore. Si dice di un bambino che riempie di piccoli mattoncini colorati la pancia vuota della sua trottola mentre gira. Ad ogni mattoncino aggiunto il cono cambia tonalità di colore e ad ogni nuovo la rotazione non avviene più sullo stesso punto fermo, perché il cono sbanda, barcolla e si allarga verso altre direzioni. Energia che si propaga come la sorpresa e l’entusiasmo del bambino, e la sua esclamazione quando la trottola si capovolge è “Un trullo!”

pugliaround_la-trottola-partoriente-5

Leggi il seguito di questo post »

Il giardino dei ferrovieri d’inverno

Postato il Aggiornato il

Tatam, tatam, corrono sulla ripetitività di questo suono le visioni e i ricordi, le idee e le riflessioni dei ferrovieri seduti nei vagoni. Tante immagini pensate nell’istante in cui il treno attraversa la stazione di Carovigno e qui scese. Si sono raccolte in giardino, svestito dopo tante stagioni, appena poco più a monte. Così nudo si mostra anche il desiderio erotico mattutino di un adolescente che lo accompagna sino al suono della campanella della scuola. Sorto come un bisogno non programmato, ma semplicemente latente e alimentato da precedenti visioni cinematografiche, le cui forme si sono radicate nel giardino in inverno.

pugliaround_il-giardino-dei-ferrovieri-dinverno

Leggi il seguito di questo post »

Colonne d’Eracle

Postato il

Natura viva, ossia l’immagine di una metà di mondo e delle sue braccia forti come macchine movimento terra, terra in cui affonda la curvatura del tronco. Mani nervose, cariche d’energia unico colorante dei giardini. Dita tese verso il basso come fili elettrici e disordinati, gestualità eloquenti tanto da non rendere necessario l’avviso dell’altissima tensione in circolo. La sua voce mi riempie già lo stomaco e, sazio anche di ossigeno, devo si allontanarmi per concedermi qualche minuto d’apnea.

pugliaround_colonne-deracle-4

Leggi il seguito di questo post »

MCM16

Postato il Aggiornato il

Brindisi città d’imbarco, senza distanza tra arrivo e partenza, una coincidenza che non lascia spazio e tempo allo slow way of life; si diceva. Oggi sbarca una nuova formula fast per correre in riva all’Adriatico e sul cui cielo sfrecciano altre frecce prima dell’accensione dei semafori in una città elettrizzata. Il circuito per le monoposto è cittadino e palpabile l’entusiasmo, il collo lo si impugna davvero con mano, per la sua corsa non serve il rifacimento del manto stradale, perché sfiora il basolato come l’asfalto.

pugliaround_mcm16

Leggi il seguito di questo post »

Это Nicola

Postato il Aggiornato il

Nicola impugna la spada per la lotta santa in difesa delle geometrie della sua chiesa. Non soltanto un’enclave russo-ortodossa in Puglia, bensì fette piramidali sovrapposte e rotondità con volte bianche come le stelle frutto di un gioco architettonico anarchico.

pugliaround_eto-nicola-4

Mescolanza di forme e tradizioni occidentali e orientali, del nord e del sud del mondo, del resto è questa la forma della croce, di Myra, antica città turca, è originario San Nicola, myr significa mondo nella lingua russa. Così mi appare la Chiesa Russa di Bari.

Leggi il seguito di questo post »

Li Capituescti

Postato il Aggiornato il

Caputoscta è chi vive anche quando fulminato e le cui radici percorrono un risorgimento al contrario, si disuniscono vestendo tutte le forme che gli sono state accanto, che l’hanno attraversato, e fulminate anch’esse trattengono incollato lo stesso spirito del padre.

pugliaround_i-capituescti-1

La più necessaria, inevitabile vivisezione, proprio perché su un corpo eterno.

pugliaround_i-capituescti-11

Leggi il seguito di questo post »

I richiami di Martina

Postato il Aggiornato il

Ostinato e testardo, proprio come un mulo, continuo ad indicare l’arte della mia città, il barocco o il rococò di palazzi e chiese, sono attore accanto ai miei concittadini e gioco con l’idea terapeutica della mano carezzevole che scambia affetto.

pugliaround_i-richiami-di-martina

Leggi il seguito di questo post »